Tommaso de’ Cavalieri arbitro del gusto nella Roma della seconda metà del Cinquecento – Giornata di studi

Roma, Gallerie Nazionali di Arte Antica, Palazzo Barberini, 18 dicembre 2019

a cura di Barbara Agosti – Marcella Marongiu

con il patrocinio di:
Fondazione Casa Buonarroti, Firenze
Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Dipartimento di studi letterari, filosofici e di storia dell’arte

La conoscenza della figura di Tommaso de’ Cavalieri (1513/1514-1587) e la sua importanza nella vita di Michelangelo sono una scoperta relativamente recente della critica storico-artistica e di quella storico-letteraria. Nonostante, infatti, il suo profilo intellettuale fosse stato descritto in termini entusiastici da Benedetto Varchi nelle Due Lezzioni (1549), e nonostante Giorgio Vasari avesse lodato gli splendidi capolavori grafici per lui realizzati, la fisionomia di Tommaso ben presto sfumò fino a perdersi del tutto.
Il proposito di questa giornata è dunque quello di mettere in luce il ruolo giocato da Tommaso de’ Cavalieri nel contesto artistico romano durante la cruciale stagione compresa tra i due giubilei del 1550 e del 1575, attraverso l’approfondimento sulle opere e sui cantieri monumentali che il Cavalieri ispirò o promosse.

Clicca QUI per visualizzare la locandina

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per negare il consenso o anche solo per saperne di più fai clic qui: maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi