Iconografia michelangiolesca

 

Sono esposti in questa sala alcuni ritratti di Michelangelo, in deposito dalle Gallerie fiorentine, che, per quanto eseguiti in varie epoche, dal Cinquecento all’Ottocento, derivano tutti dal prototipo del famoso ritratto dell’artista dipinto a Roma, intorno al 1535, dal fiorentino Jacopino del Conte (1510-1598). L’esemplare di migliore qualita e’ la tavola collocata al di sopra della vetrina. Questo dipinto fu donato nel 1771, come autoritratto di Michelangelo, alla Galleria degli Uffizi dalla famiglia Strozzi; ma subito dopo se ne rifiuto’ la paternita’ michelangiolesca. Oggi la critica lo avvicina direttamente alla bottega di Jacopino del Conte.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per negare il consenso o anche solo per saperne di più fai clic qui: maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi