Michelangelo Buonarroti il Giovane (Firenze 1568 – 1647) Il culto della memoria

Mostra a cura di Alessandro Cecchi, Elena Lombardi e Riccardo Spinelli – Firenze, Casa Buonarroti, 15 giugno – 30 agosto 2021

Nato a Firenze da Leonardo di Buonarroto, nipote di Michelangelo, nel 1568, quattro anni dopo la morte del prozio, Michelangelo il Giovane fu, degli immediati successori, l’unico a raccoglierne la prestigiosa eredità artistica e culturale. E lo fece in quanto personaggio di primo piano nella Firenze della prima metà del Seicento, ben introdotto a corte perché favorito della Granduchessa madre Cristina di Lorena e amico personale del granduca Cosimo II de’ Medici.

1) Giuliano Finelli

A lui si deve, com’è noto, la costruzione del palazzo di Via Ghibellina, attuale sede della Fondazione e la realizzazione delle sale dell’appartamento monumentale che nella Galleria hanno il luogo deputato alla celebrazione dell’illustre antenato attraverso un ciclo pittorico e scultoreo che vide, fra il 1613 e il 1635, il concorso dei maggiori artisti allora attivi in Firenze e nel Granducato nella prima metà del Seicento. Gli altri ambienti, del pari sontuosamente decorati, sono dedicati ai personaggi più importanti della famiglia, di nobili origini, alla chiesa fiorentina nell’ambiente adibito a Cappella e ai Fiorentini illustri distintisi nei vari rami del sapere, raffigurati sulle pareti dello Studio.

Del pronipote del sommo artista possediamo una documentazione eccezionale, rilegata in ben 56 volumi dell’archivio Buonarroti, che ci consente di ripercorrerne quasi quotidianamente, la vicenda biografica, i contatti con i sovrani, i nobili, gli artisti e gli uomini di cultura.

Sebbene la sua figura e la sua opera siano state oggetto di studi specialistici, si avverte a tutt’oggi la mancanza di una trattazione d’insieme che dia conto della varietà e molteplicità dei suoi interessi culturali e del suo ruolo di protagonista nella prima età barocca a Firenze.

5) Bernardo Buontalenti

L’esposizione, in stretta relazione con i quartieri monumentali del primo piano, si aprirà con una sezione d’introduzione, nella prima sala, sull’uomo, il letterato e il poeta, curatore, tra l’altro, nel 1623, della prima edizione delle Rime michelangiolesche, e l’autore teatrale e di spettacoli musicali, coinvolto nelle feste nuziali di Maria de’ Medici del 1600 e in quelle del 1608 per le nozze di Cosimo II e Maria Maddalena d’Austria. Il contributo maggiore dovrebbe comunque essere una rassegna dei disegni preparatori, esposti dalla seconda alla quarta sala (una trentina, conservati in gran parte al Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi) per le pitture dell’Appartamento seicentesco, eseguiti dagli artisti incaricati da Michelangelo il Giovane, una selezione a cura di Riccardo Spinelli, studioso specialista della grafica fiorentina del Seicento.

I visitatori di Casa Buonarroti avranno così la possibilità, irripetibile perché limitata ai tre mesi della mostra, di stabilire una relazione fra l’ideazione delle opere d’arte, testimoniata dai fogli esposti a piano terreno, e la realizzazione delle opere di pittura e scultura al piano nobile.

La mostra è stata realizzata col contributo determinante della

Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

Hanno contribuito inoltre:

Conad del Tirreno, nella persona del Responsabile rete Toscana Massimo Ciucchi.

Axa Insurance, Rotas s.r.l. XL Catlin, Milano

In coincidenza Fondazione Casa Buonarroti inaugura la pagina del sito destinata all’acquisto dei biglietti on line www.casabuonarroti.it/biglietteria.

L’ingresso alla mostra è incluso nel biglietto d’ingresso al Museo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per negare il consenso o anche solo per saperne di più fai clic qui: maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi