search
top

Le vie dei musei

In giro per Firenze e dintorni con il MuseoBus

Home_slide_Museobus2015_inverno

 

Edizione 2015/2016
Dicembre 2015 – Febbraio 2016

I percorsi del MuseoBus si arricchiscono di nuovi temi e inedite destinazioni. Il presente programma, giunto alla seconda edizione, prevede visite guidate itineranti tra due musei, uno centrale e uno periferico alla città di Firenze, o tra un museo e un’azienda.

Grazie ai percorsi del MuseoBus, i musei si confermano straordinari catalizzatori di opportunità culturali, non solo nel collocarsi in rete tra di loro ma anche col mondo imprenditoriale, artigianale o industriale, del territorio di appartenenza, alla scoperta di saperi spesso sepolti o invisibili.

 

PROGRAMMA

Domenica 20 dicembre ore 9.30
Sotto una buona stella

Il percorso inizia dal Planetario dove sarà possibile osservare sotto un cielo stellato privo di inquinamento luminoso le principali costellazioni del periodo con particolare riferimento alle costellazioni
del periodo natalizio e i pianeti in transito. La visita prosegue a Casa Buonarroti dove nella Galleria è possibile ammirare la tela “L’inclinazione“ di Artemisia Gentileschi, la prima delle allegorie che
rappresentano le virtù e le qualità di Michelangelo. Commissionata alla pittrice romana da Michelangelo Buonarroti il Giovane nel 1615, l’opera raffigura una figura femminile che tiene in mano una bussola con l’ago rivolto verso una luminosa stella a indicare che Michelangelo è nato sotto una buona stella che gli ha dato una sorte propizia e un talento naturale.
Ritrovo al Planetario del Museo FirST Firenze Scienza e Tecnica, Via G. Giusti 29. Si prosegue al Museo di Casa Buonarroti.
Quota di partecipazione €8,50

Martedì 5 gennaio ore 9.30
Il prigione di Jorio Vivarelli, omaggio a Michelangelo
L’imponente Castello Villa Smilea, dall’aspetto di fortilizio in stile gotico e caratterizzato da due svettanti torri, è stato riaperto al pubblico, dopo un lungo restauro, dall’amministrazione comunale
nel 2008. Con l’occasione lo scultore di origine montalese Jorio Vivarelli volle lasciare, in comodato gratuito, numerose opere tra cui spicca il celebre “Il prigione” realizzato nel 1969 per il parco del museo Michelangelo a Caprese. Partendo dalla lettura di questa drammatica opera di Vivarelli che, nel corso della seconda guerra mondiale fu imprigionato nei campi di concentramento di Kassel e di Trier, si parlerà del dramma dell’artista montalese si faranno confronti con i prigioni e gli schiavi di Michelangelo colti nell’atto primordiale di liberarsi dal carcere della pietra grezza. La visita prosegue a Casa Buonarroti.
Ritrovo alla stazione di Santa Maria Novella. Si raggiunge il Castello Villa La Smilea di Montale e poi si prosegue per il Museo di Casa Buonarroti, Via Ghibellina, 70.
Quota di partecipazione € 6,50

Sabato 16 gennaio ore 10.30
Michelangelo e l’anatomia
Attraverso la lettura dei capolavori conservati presso il museo della Casa Buonarroti, in particolare la Battaglia dei centauri e il modello del Dio fluviale, sarà possibile scoprire l’interesse che Michelangelo ebbe, fin dalla giovinezza, per lo studio delle sculture antiche e l’anatomia, tanto da spingersi a sezionare cadaveri che gli forniva i priore del Convento di Santo Spirito, Niccolò di Lapo Bichiellini. Successivamente si visiterà la raccolta della Sezione Biomedica del Museo di Storia Naturale che comprende la collezione osteologica, i preparati anatomici organici, la ceroplastica e la strumentaria anatomica.
Ritrovo al Museo della Casa Buonarroti, Via Ghibellina 70. Si prosegue alla Sez. Biomedica del Museo di Storia Naturale (Careggi).
Quota di partecipazione € 6,50

Il programma completo è scaricabile qui

INFO E PRENOTAZIONI:
055 2756444 (lunedì-venerdì ore 9.00-17.00; sabato 9.00-13.00)
La prenotazione è obbligatoria.

top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi